(+39) 348-6729888

(+39) 055-6594304

ibloom4u

Facebook: un nuovo “News Feed” il 7 marzo

6 marzo 2013

Facebook invito News FeedFacebook terrà una  conferenza stampa, giovedì 7 marzo, per presentare una versione rivisitata del suo “News Feed“: ovvero la pagina principale del social network su cui visualizzare le ultime pubblicazioni di amici o le pagine cui  i membri sono abbonati.

Un sito specializzato come TechCrunch, spiega che una delle principali innovazioni dovrebbe riguardare la versione mobile del “News Feed”, compresa la visualizzazione delle foto su applicazioni per Android e iPhone. Una scommessa importante quindi, in un momento in cui la strategia mobile è prioritaria per Facebook, che si confronto con una concorrenza sempre più agguerrita di servizi come Instagram.

Questa riprogettazione è certo anche il risultato di contestazioni pervenute a riguardo delle performances del News Feed, sollevate mesi fa da  alcune aziende e privati che, attivata la funzione “abbonamento”, avevano constatato  scarsa visibilità delle pubblicazioni (come .La Monde.fr ),

In un articolo pubblicato il 3 marzo, anche il giornalista Nick Bilton del New York Times ha duramente criticato l’attuale logica del  “News Feed”, che a suo avviso porta ad una visibilità minima dei suoi posts personali per tutti i suoi abbonati, a meno di non pagare Facebook per dei posts sponsorizzati,

Facebook ha risposto per vie ufficiali con un fact check (controllo) dichiarando infondata l’accusa ma che, al contrario, il coinvolgimento sui posts  (il numero di “Mi Piace” o azioni) di chi ha attivato la funzione “abbonamento”,  sarebbe aumentato del   34% in un anno.

La società ha tuttavia recentemente ammesso che, un bug sulle ultime applicazioni  per Android e per iPhone (uscite ad agosto e dicembre 2012), è stato all’origine di quel  calo significativo nelle statistiche delle  pagine ufficiali  identificato da molti professionisti .

Il bug in questione impediva l’integrazione dei dati relativi alla visibilità dei messaggi  “pagine fan” sugli smartphone: il problema è stato corretto con una nuova versione dello strumento per il monitoraggio delle prestazioni  (“Page Insights“) lanciato il 25 febbraio.

Speak Your Mind

*

↑ Top of Page